Alzheimer e sclerosi, se ne è discusso al CTO

Si è svolto ieri, 26 novembre, presso l’aula magna dell’Ospedale C.T.O. di Napoli – A.O.R.N. Ospedale dei Colli, il Workshop dal titolo “Il ruolo della diagnostica di laboratorionelle patologie neurodegenerative.

Responsabili scientifici, Ciro Esposito, Direttore del laboratorio di Patologia clinica del CTO e Bruno Ronga, Direttore del reparto di Neurologia dello stesso Ospedale, moderatore Luigi Atripaldi, Direttore del Laboratorio di Biochimica dell’Ospedale Monaldi.

Per quanto riguarda la parte clinica, gli interventi sono stati tenuti da Felice Romano, Alessandro Iavarone, Domizia Vecchio, Ilaria Crespi e Cinzia Coppola.

Per la parte laboratoristica, gli interventi sono stati tenuti da Annalisa Esposito, Annalisa Di Santi e da Guido Marelli.

All’apertura dei lavori, Vincenzo Piscopo, Commissario Straordinario dell’Ordine dei Biologi per la Campania e il Molise, ha espresso la soddisfazione per la problematica in discussione. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, circa 35,6 milioni di persone nel mondo sono affette da demenza, con 7,7 milioni di nuovi casi ogni anno e un nuovo caso di demenza diagnosticato ogni 4 secondi. In Italia, secondo l’Istat, circa 1 milione di persone sono colpite da questa malattia; invece, per quanto riguarda la sclerosi multipla, sono circa 2,2 milioni le persone affette da questa patologia nel mondo: 750.000 in Europa e oltre 122.000 in Italia.

Gli esami per la diagnosi delle malattie neurodegenerative, si effettuano solo presso il Laboratorio di Patologia clinica dell’Ospedale C.T.O. di Napoli.



Condividi su: